Ormai ha preso spazio nella nostra vita, dai menu dei ristoranti a pubblicità e Web ed anche il packaging è ormai terreno per l’utilizzo dei QR code.
 
Cosa è un QR code? E’ un codice a barre 2D composto da quadratini di piccole dimensioni.
La forma è quadrata ed è letto usualmente dagli smartphone.
Qual è la funzione del QR code? Letto da uno smartphone il QR (quick response)  porta direttamente ad un link. Quindi senza riportare un lungo URL, da dover inoltre riscrivere, il codice porta direttamente al link richiesto.
Le varianti… QR code dinamico, è quello dove senza cambiare la grafica e ristampare il tutto, può mofificare il link di atterraggio. Grafica incorporata nel QR code, si può inserire una immagine nel quadrato senza ostacolare la lettura del codice, vedi immagine allegata.
 
La stampa del QR code usualmente si realizza ad un solo colore pantone o di quadricromia con un buon contrasto, da escludere quindi colori tenui, tipo il giallo.
Se la stampa ha un buon registro il codice può realizzarsi in quadricromia cercando di usare solo due/tre colori.
Altro aspetto importante è la dimensione, mai sotto cm 1,1 e l’area vuota intorno al codice, deve essere almeno di 4 quadratini di cui è composto il codice.
Milk - modello 3D

Nella creazione di un pack la possibilità di vedere un 3D finito è importante.

Può dare informazioni tecniche ed estetiche al Marketing ed all’R&D su aspetti che su uno steso non risaltano. Dove si posizionano esattamente le termosaldature, il codice Ean, etc..

 

La modellazione del contenitore, sia esso scatola, busta oppure altro, è il primo step. Per farlo vi sono diversi programmi, noi in EMMERRE COMMUNICATION usiamo Autodesk Maya.

Nell’immagine la modellazione di una bottiglietta.

Chi opera nella realizzazione di un packaging e deve quindi controllarne la grafica e la prova colore finale deve essere al corrente di alcuni aspetti tecnici. Sono aspetti che dovrebbe controllare e segnalare chi prepara gli artwork, ma è sempre bene esserne al corrente.

 

 LA PROVA COLORE

La prova deve essere effettuata con stampanti e software adeguati e deve essere certificata.

Il sistema più diffuso è

 

Come valutare “ante operam“  l’aspetto visivo degli  elementi e dei  visual di una pagina pubblicitaria, di un pack, di un banner?

Come anticipare la valutazione dell’impatto che elementi e testi hanno al primo colpo d’occhio?

 

 

La 3M, multinazionale conosciuta soprattutto per gli adesivi, ha creato VAS (Visual  Attention Software). Il sistema dà indicazioni che riguardano quello che una persona percepisce nei primi 3-5 secondi di visione davanti uno spazio promozionale

 

QUALI INFORMAZIONI CON IL VAS

 

(REGOLAMENTO (UE) N. 1169/2011 Food Information to Consumers)

 

I prodotti alimentari preconfezionati destinati al consumo umano devono riportare le seguenti indicazioni: