Tutte le immagini finalizzate per la stampa hanno come base di partenza un file a 4 colori (CMYB).

Su questa base, per esigenze qualitative oppure semplicemente di limitazione del numero di colori, ci possono applicare diverse soluzioni.

 

QUADRICOMIA e PANTONE

Una scelta che si può applicare ad una immagine in quadricomia è quella di aggiungere un colore pantone. Questa soluzione si applica per migliorare l’immagine, renderla più brillante, più vicina alle cromie reali.

Pensate ad una foto con immagini di arance, usando un pantone arancio in aggiunta, si riesce ad ottenere una brillantezza ed una fedeltà cromatica che i soli 4 colori non danno.

Esistono plug-in di Photoshop finalizzati a questi interventi. (immagine da gmgcolor.com/products/colorplugin)

Esistono plug-in di Photoshop finalizzati a questi interventi. (immagine da gmgcolor.com/products/colorplugin)

 

TRICOMIA

Se si ha un limite nel numero di colori di stampa, spesso per motivi di saving, allora bisognerà “inventare“ qualcosa. In pratica se si possono usare solo 4 colori avremmo un problema con i testi piccoli che non possono essere lavorati a 3 o 4 colori.

La soluzione sarebbe usare un colore Pantone per i testi più piccoli.

Per potere utilizzare almeno un colore pantone è necessario rendere l’immagine da 4 colori ( quadricomia ) a 3 colori ( tricomia ).

Nell’immagine a confronto una foto a 4 col (cmyb) ed affianco una a 3 colori (cmy)